I dissoluti impuniti e i pianoforti di Londra

Accendo raramente la televisione in estate e qui in Sardegna, dopo gli aggiustamenti legati al digitale terrestre, l’operazione è diventata più laboriosa degli anni scorsi.

Spazio.

Signora in giallo.jpg

Spazio.

Tra i delitti brillantemente risolti dalla Signora in giallo, le cavalcate delle sorelle Mc Leod e le repliche dei Cesaroni, apprendo però  che il comune di Londra ha dislocato in vari angoli del centro cittadino dei pianoforti a coda, a disposizione di chiunque voglia suonare.

Spazio.

Londra.jpg

Spazio.

Una bella iniziativa, quasi da prendere un aereo e spostarsi oltremanica, lasciando momentaneamente il sole e il vento di queste giornate al mare. Dopo le cattiverie anti italiane dei giornali britannici, rinfocolate dall’acquisto di una pagina dell’Herald Tribune da parte dell’anti italiano Di Pietro, una ventata finalmente positiva dal paese dei Windsor, del Tè alle cinque, dei Bobbies e di Peter Pan. L’onorevole Di Pietro continua a esibirsi in una gara all’ultimo congiuntivo cui potrebbero partecipare a pieno titolo l’onorevole Mastella, Ciriaco De Mita e Aldo Biscardi, mentre il successo aquilano del G8 ha messo momentaneamente a tacere le fesserie scritte da testate autorevoli come il Guardian e il Financial Times nelle scorse settimane.

Spazio.

Spazio.

Tutto questo mentre i pianoforti di Londra suonano musica di ogni tipo, creando interesse, amicizie, aggregazione. Mentre accadono queste cose a Gomorra di Toscana, gli amici degli amici assoldano ancora i loro clarinetti per l’esecuzione del Don Giovanni di Mozart.

Spazio.

Don Giovanni.jpg

Spazio.

Dopo le ultime elezioni che hanno visto l’affermazione del “nuovo” uscito dal “vecchio”, la ex giunta si prepara, speriamo per l’ultima volta, ad applaudire l’ennesimo progetto scolastico mascherato da opera lirica, inventato ad arte per giustificare i lauti finanziamenti conferiti alla scuola di musica del nemmeno confinante comune leonardiano. Gli “amici degli amici” suonano e cantano a favore del “vicino del vicino”, il tutto per un biglietto di 15 Euro, in una delle piazze più belle della Toscana.

Spazio.

Piazza del Seminario.jpg

Spazio.

Il blog invia ai ragazzi impegnati nel progetto il proprio affettuoso “In bocca al lupo” e augura agli “amici degli amici”, in mancanza dei propri sponsor di fiducia, altri palcoscenici per le rappresentazioni dei prossimi anni. Tutto questo mentre i pianoforti londinesi continuano a suonare e la città del tartufo e dei cantuccini continua ad attendere il ritorno dell’opera, quella vera ovviamente!

Spazio.

Spazio.

Fernando C.

I dissoluti impuniti e i pianoforti di Londraultima modifica: 2009-07-10T16:53:00+02:00da fernandoblog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento