Mediocrità

Ci sono due universi pieni di meraviglie, che hanno da sempre suscitato l’interesse degli uomini: l’infinitamente grande e, allo stesso modo, l’infinitamente piccolo. Nonostante questo molti sembrano interessarsi solo all’infinitamente medio. [frase citata da Umberto Broccoli in “Con parole mie” del 30 aprile 2009]

Le leggi di Murphy sull’amore

Ricevo e pubblico volentieri, pur mantenendo le mie opinioni in proposito. Spazio. Spazio. 1. Se qualcosa può essere veramente incasinato, lo sarà. Spazio. 2. Non tutte le storie d’amore sono incasinate. Lo sono solo quelle che funzionano. Spazio Spazio. 3. Se due persone sono destinate ad incontrarsi, non si incontreranno mai. Spazio. 4. Se due persone si incontrano, certamente non … Continua a leggere

Maestri, professori, trasformisti e quacquaracquà

In questi giorni di vacanza la politica nazionale sta portando alla ribalta una categoria di strani personaggi: i “diniani“. Spazio.Il nome calzerebbe a pennello per creature di provenienza extraterrestre: diniani come marziani, venusiani, e via discorrendo.                                                                                                                                              Spazio. Spazio.Quanta nostalgia per i mostri provenienti da Vega contro cui si combatteva nei cartoni degli anni ’80: anche se nemici erano ben più … Continua a leggere

How far can you fly? (ovvero: che cosa ci impedisce di volare?)

Spazio.  E’ il titolo dell’ultimo brano scritto dal pianista jazz Luca Flores prima del suicidio, ed è anche la frase conclusiva del film “Piano, solo“, visto in un ventoso sabato di metà ottobre in un piccolo cinema di provincia. Spazio. Il buon cinema è il risultato di vicende non banali, buone interpretazioni, ma soprattutto una sinergia abilmente distribuita ed organizzata … Continua a leggere

A proposito della notte

   Spazio. La notte cambia i pensieri e le immagini, annega la luce di questo giorno e spegnendolo lo tuffa giù, nel passato. Ferma in un respiro breve la corsa troppo folle dei nostri cuori e nel riflesso iridato di una lacrima rompe il velo sottile dei ricordi. La notte avanza, nella notte è già domani e un nuovo giorno … Continua a leggere

A proposito delle nuvole

Spazio.  C’è per ognuno un angolo di infinito in cui le immagini della mente possono confondersi con qualche attimo fugace del nostro vivere. E’ qualcosa di simile a quelle zone del cielo in cui le nuvole pesanti e gravide di pioggia si compiacciono di condividere un po’ del loro cammino con morbidi ciuffi di vapore roseo. Forme passeggere di sole, … Continua a leggere

Spiccioli d’estate

Il balletto “Daphnis et Cloé” fu composto da Maurice Ravel tra il 1909 ed il 1912, anno in cui si ebbe la prima rappresentazione a Parigi, al Théâtre du Chatelet. Il pianista Paolo Bordoni, in una recente intervista, lo ha definito “il brano più sexy” tra quelli da lui conosciuti. Dal balletto furono tratte due suites orchestrali, di cui la … Continua a leggere