Cervelli in vacanza

Il cervello in vacanza opera una selezione sorprendente nell’allontanare i cattivi pensieri, nell’addormentarsi quando occorre, nel mantenere e arricchire di nuove idee i sogni e i progetti che l’estate immancabilmente porta con sé.

Così, in questo limbo dorato e tanto a lungo agognato maturano gli entusiasmi, si cullano le aspettative e si recuperano le energie, nella speranza che le lacrime di San Lorenzo siano foriere di successi e di sorrisi, ma anche della forza necessaria a combattere e affrontare i momenti meno luminosi che, pur non invitati, busseranno periodicamente alle nostre porte.

Cervello in vacanza.jpg

Inutile ripetere che per gli artisti e per gli insegnanti – che poi sono anch’essi artisti ingegnosi nello svolgere tra mille difficoltà una professione affascinante e importante – l’anno solare non esiste: il vero anno inizia a settembre e si conclude a giugno oppure, per noi musicisti, con gli ultimi concerti prima della ripresa settembrina.

Stelle cadenti.jpg

In questo clima di ritrovata e meritatamente conquistata serenità, il blog augura a tutti le migliori vacanze possibili.

Cervelli in vacanzaultima modifica: 2010-08-12T12:40:13+00:00da fernandoblog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento