La memoria, Faber, il sole e i catastrofisti

Spazio.  La mattina del Giorno della memoria coincide quest’anno con il giorno libero a scuola, che libero non è affatto perché dedicato al biennio di specializzazione. Prima di partire per Firenze però voglio scrivere queste poche righe, mentre rileggo il post dello scorso anno, mi godo il sole di questa bella giornata invernale e ascolto in sottofondo qualche canzone di Fabrizio De … Continua a leggere