Una tantum

Causa nuovi problemi al pc e il tempo che non basta mai ultimamente si sono diradati gli aggiornamenti.

c9040474d5a0b1a074d5d86581c71015.jpg 

Vedo però che i contatti ci sono lo stesso e tra le pagine più visitate compaiono ancora alcune di quelle scritte ormai molti mesi fa, agli albori della vita di questo modesto blog.

A volte mi chiedo chi ci sia dietro quei numeri: gli amici (credo di averne molti, ma quelli con la “A” maiuscola si contano sulle dita di una sola mano), i nemici (vorrei non averne ma ogni tanto mi accorgo che ci sono anche loro), i conoscenti, i colleghi, gli alunni, gli allievi, oppure persone sconosciute approdate lì grazie a qualche motore di ricerca?

49ccd831746ce27da53d995f2c525b2d.jpg

La curiosità, nel caso di chi scrive, non è affatto femmina e io, forse come ogni blogger di questo mondo, vorrei conoscere uno per uno i nominativi di chi viene qui, magari solo per un piccolo grazie o per una stretta di mano virtuale.

ced55ea5a5055377ab82934bd5b395ba.jpg

I dati relativi alle pagine di provenienza danno qualche piccola indicazione.

Spazio.

La stragrande maggioranza dei visitatori arriva dai motori di ricerca, su cui digita parole o frasi riguardanti la distonia, la musica, i luoghi e le persone che si trovano nei post e nelle immagini.

6318a2dd7ea5667c3972e5dac5760139.jpg

Un anno fa sapevo a malapena che cosa fosse un blog: ne avevo visti e apprezzati alcuni ma mai avrei pensato di arrivare a farne uno.

Spazio.

Poi la necessità di parlare della distonia focale ha fatto scattare la molla e l’amore per la scrittura e per la tecnologia hanno fatto il resto.

93b73d50f71fa08c33b18c47d7594010.jpg

Credo che un blog aggiornato quotidianamente corra il serio rischio di riempirsi di cose non del tutto intelligenti.

da95d7ea9eb796e9e4e3589633de1d77.jpg

Ribadisco allora che continuerò a riservare a queste pagine le cose che riterrò più opportuno condividere con i lettori, rimanendo all’interno delle linee guida che mi diedi a suo tempo: la distonia focale innanzitutto, ma intorno ad essa ancora una volta “I suoni, le parole, il mondo, la gente“.

f97c42a325a966cb62a9e7286b887342.jpg

A chi continua a chiedermi il perché di un sottotitolo così apparentemente impegnativo rispondo che sono i quattro punti cardinali attorno ai quali si muove la mia vita.

aa1d74ece6394dea32c2a5793049617b.jpg

Potrei dire: musica, poesia e scrittura in genere, luoghi del mondo e della mente, rapporti umani di ogni tipo.

Quasi tutto quello che ho vissuto finora si racchiude in questi quattro concetti e poco se ne colloca fuori.

Spazio.

Auguro allora anche a voi il meglio di tutto questo.

Spazio.

Spazio.

Fernando C.

  

Una tantumultima modifica: 2008-04-22T20:06:49+00:00da fernandoblog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento