Eventi inattesi

Eventi inattesi

rubano occasioni al tempo

e plasmano al vero le nostre anime. . . . .

Ora mutano traiettorie e direzioni

di quello scorrere innato

e immutabile

dove cova l’amara radice

di questo insulso malessere.

Spazio.

Spazio.

Fernando Campigli, 30 giugno 2007. Riveduta e corretta, anche se con un po’ di ritardo, alla luce dei consigli della carissima collega Sonia.

Eventi inattesiultima modifica: 2008-01-16T12:29:38+00:00da fernandoblog
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Eventi inattesi

  1. Dodiciorediritardo??!! Azzzzz… Però, pare sia valsa la pena, dopo tutto… non tutto il male vien per nuocere eheh 🙂
    (pppssss… ehm… ecco… però… magari… toglierei giusto giusto quella ‘d’ eufonica di ‘ed’ 😛 e per farti proprio le pulci, guarda, ci sentirei meglio un ‘dove’ al posto di ‘in cui’ :-Pp).
    Amo certa sintesi poetica… inattesa 🙂
    Merci, l’auteur ^^

  2. La mia trasferta spagnola per le cure alla mano iniziò in quel modo. Forse era meglio arrivare in orario e non avere scritto la poesia.
    Grazie per i consigli, hai ragione, facendo come dici funziona meglio.
    Ribadisco anche a te quello che ho detto in altre risposte di questo blog: riguardo alla musica sono in possesso di un po’ di tecnica, riguardo alla poesia no, quindi ben vengano consigli come questi.
    Fernando

Lascia un commento