Studio musica perché . . .

Siamo arrivati al fatidico momento della riapertura delle scuole, comprese le scuole di musica di ogni tipo: dai conservatori agli istituti parificati, fino alle comunali ed alle private.

 

 

Molti bambini e ragazzi stanno affrontando la scelta delle attività extrascolastiche e nelle famiglie è in corso il dibattito su che cosa sia veramente utile per i figli, in aggiunta a quello che la scuola pubblica già assicura.

 

 

Il primo pensiero è di solito rivolto ad un’attività sportiva, per favorire una crescita adeguata ed armoniosa dei bambini e degli adolescenti, insegnare loro la lealtà ed il rispetto dell’avversario, permettergli di sfogare quella sana energia che altrimenti rischia di uscire fuori in momenti ed ambiti sbagliati.

 

 

Oltre a questo occorre pensare anche all’intelletto, all’anima e alla cultura, che devono crescere di pari passo con il corpo se vogliamo davvero fare dei nostri figli uomini e donne in grado di affrontare la difficile sfida del futuro.

 

 

Ecco allora un bel po’ di ragioni per iscriversi ad una scuola di musica:

 

 

1)     Quando si suona uno strumento o si canta ci si esprime in una lingua universale, che ci permette di comunicare e di essere compresi dai nostri simili in ogni parte del mondo.

 

 

2)     La musica, a differenza di altre attività concorrenti come lo sport o la danza, richiede l’esercizio quotidiano a casa. Le ore passate in compagnia dello strumento sono però ampiamente ripagate dai progressi compiuti e dalla soddisfazione che deriva dalle esibizioni individuali e collettive.

 

 

3)     Svolgere un’attività musicale contemporaneamente ai normali impegni scolastici costringe i nostri ragazzi ad organizzarsi ed insegna loro a gestire al meglio il proprio tempo. Ciò è evidente negli studenti che passano dalla scuola media al primo anno delle superiori. In pochi si arrendono e smettono di suonare, la maggior parte riesce invece a riorganizzare le proprie giornate e compie un bel salto di qualità.

 

 

4)     La musica insegna a stare insieme agli altri ed a lavorare con compagni ed insegnanti a progetti in cui ognuno è parte importante per la buona riuscita dell’esecuzione finale. Dunque una bella palestra di vita a cui nessuno dovrebbe rinunciare.

 

 

5)     A scuola di musica si diventa amici di iscritti di ogni età, dai bambini agli adulti, si conoscono compagni di diversa cultura, nazionalità e religione. E’ un po’ come a scuola, però qui l’amore per quello che facciamo insieme ci fa superare prima qualsiasi tipo di diffidenza.

 

 

6)     La musica ci aiuta ad occupare “bene” il nostro tempo, investendolo nella nostra crescita e nella nostra formazione e sottraendolo ad alternative meno utili o, talvolta, pericolose.

 

 

7)     E’ scientificamente dimostrato che lo studio della musica è motivo di accrescimento delle capacità cognitive ed intellettive dei giovani. Chi studia musica acquista dunque una marcia in più che gli permette di riuscire meglio anche nelle discipline non musicali.

 

 

Che aspettate allora? Iscrivetevi alla scuola di musica più vicina e incominciate questa bella avventura!!!

Studio musica perché . . .ultima modifica: 2007-09-03T18:35:20+00:00da fernandoblog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento